News: Legalizziamo!
(Categoria: Programma)
Inviato da Simone Negri
lunedì 30 dicembre 2013 - 16:45:44


legalizziamo.jpg
 
Il comune di Cesano Boscone è inserito in un contesto territoriale, quello del Sud-Ovest milanese, di cui la cronaca riporta periodicamente notizie circa infiltrazioni da parte di gruppi legati alla criminalità organizzata, inparticolare all'ndrangheta. 
 
Per questo motivo l’attenzione della nostra amministrazione comunale al tema della legalità deve essere massimo. La corruzione e l’illegalità sottraggono ogni anno allo Stato risorse per decine, centinaia di miliardi di euro, infestano il tessuto sociale e devastano il nostro territorio. Legalità, però, non è solo una parola che racchiude in sé molteplici significati: prima di ogni altra cosa è il modo di concepire la vita pubblica, di relazionarsi con le entità presenti sul territorio e con i cittadini stessi. 
 
Siccome nell’ultimo periodo questo termine è in gran voga e sulla bocca di tutti, perdendosi spesso in una pletora di buone intenzioni, occorre tramutare tali valori in azioni concrete al servizio della cittadinanza. 
 
avvisopubblico1girasol.jpgAd esempio, seguendo un codice di condotta definito, che presti massima attenzione a tutti gli aspetti della vita amministrativa e che faccia tesoro di competenze e buone pratiche maturate nel corso degli anni anche da altre realtà amministrative. 
 
In tal senso è necessario, come sostenuto a più riprese in questi anni di esperienza politica, che anche il comune di Cesano aderisca ad Avviso Pubblico, un’associazione di comuni che hanno deciso di mettere in rete esperienze nella lotta alla criminalità organizzata. 



Oltre a veri e propri percorsi formativi, Avviso Pubblico ha redatto una serie di disciplinari e codici etici – di cui il più famoso è la Carta di Pisa – in grado di favorire il percorso dell’ente locale nella lotta alla criminalità organizzata, alla corruzione e al “clientelismo”. 
 
Tale documento prevede una serie di norme molto stringenti volte a favorire la massima trasparenza e per promuovere lo spirito di condivisione dell’attività politica. Oltre a rendere pubblica la propria situazione reddituale e patrimoniale sul sito del Comune (palesando anche eventuali conflitti di interesse), la Carta prescrive agli amministratori una serie di buone pratiche che vanno dall’impossibilità di assumere qualsiasi incarico negli anni successivi al mandato presso imprese che hanno lavorato per l’ente alle immediate dimissioni in caso di procedimenti giudiziari a proprio carico di una certa rilevanza. 
 
La politica è chiamata ad agire come soggetto principale nella lotta alla corruzione, ma la lotta all’illegalità si compie anche e soprattutto attraverso l’educazione alla legalità e attraverso una giusta e costante informazione. 
 
È intenzione promuovere sul territorio cesanese una serie di eventi patrocinati dal Comune volti alla semina dei valori di legalità che possano far crescere la popolazione con principi sani e moderni. 
 
Si pensa ad eventi culturali aperti, quali presentazioni di libri, filmati, incontri con personalità di spicco per mantenere viva l’attenzione sul tema e sensibilizzare la popolazione tutta; tutto questo dando risalto a tali iniziative presso quello straordinario spazio che rappresenta Villa Marazzi con la Biblioteca comunale. 
 
Tra questi momenti si ritiene che anche il nostro comune debba istituzionalizzare la data del 21 marzo quale Giornata della Memoria e dell'Impegno per ricordare le vittime innocenti di tutte le mafie. 
 
Parallelamente a questi eventi si vogliono promuovere progetti sulla legalità facendo partecipare anche i/le bambini/e  e i/le ragazzi/e delle scuole elementari e medie nel territorio comunale, coinvolgendo, anche nell’organizzazione, le varie realtà e associazioni che operano a Cesano. 
 
Nel frattempo, cerchiamo di essere trasparenti anche in questa campagna per le primarie! Ecco i dati che la riguardano…



Questa news proviene da Simone Negri Sindaco di Cesano Boscone
( http://www.simonenegri.it/news.php?extend.20 )