News: Perché è leggermente aumentata la TARI?
(Categoria: Cesano)
Inviato da Simone Negri
martedì 16 aprile 2019 - 17:00:16


carta_riciclo2017-2018.jpg
Alcuni cittadini in queste ore si chiedono perché, rispetto allo scorso anno, trovano le loro bollette TARI più alte di qualche euro.

Va precisato che con il cambio dell’operatore, la TARI per le utenze domestiche venne tagliata ben del 18% e che quindi oggi, qualsiasi oscillazione del quadro di riferimento, si ripercuote nel bene o nel male sulle tasche dei cittadini, senza margini d’azione per il comune.

Per quanto riguarda questo tributo infatti, fatto 100 il costo del servizio, 100 è anche quanto pagano i cittadini, senza che le casse comunali ne abbiano alcun giovamento.

Dalla somma che grava sui cittadini, è bene ricordarlo, vengono decurtati i proventi della differenziata, quanto cioè il comune incassa vendendo buona parte dei rifiuti.



Una delle voci più rilevanti è quella relativa alla carta. Nel 2018 le possibilità di vendere a buon prezzo la carta si sono ridotte per effetto delle scelte del più grande importatore di rifiuti solidi al mondo: la Cina. Insomma, la Cina non ci compra più la carta (tra gli altri rifiuti) e questo ha causato un crollo del valore della carta differenziata.

A Cesano, il fenomeno è chiaramente intuibile a partire da marzo 2018, quando rispetto a questa categoria non abbiamo incassato nulla e nei mesi successivi ci siamo attestati a circa un quarto di quanto avveniva in precedenza. 

A fine anno lo scostamento è di ben 51.000 euro di inferiori incassi. A ciò si aggiunga che, la destinazione di grandi quantità di rifiuti dal Mezzogiorno verso i termovalorizzatori del Nord, ha fatto sì che aumentasse il costo di trattamenti e smaltimenti.

Il costo aumenta (poco) benché la differenziata aumenti (abbastanza): a fine 2018 ci siamo assestati al 66.41%.




Questa news proviene da Simone Negri Sindaco di Cesano Boscone
( http://www.simonenegri.it/news.php?extend.310 )