Dimenticato la password?

sabato 16 marzo 2019 - 09:37:17

Intitolazione Parco "Aldo Moro"


Il mio discorso


cristian_fontanile.jpg
Cari cittadini,

giunge finalmente un giorno atteso a lungo. Una nuova via viene aperta, un parco inaugurato, una bella rotonda celebrerà il legame di un'azienda importante con il nostro territorio. Si chiude una brutta storia per questo paese, fatta di infiltrazioni mafiose, fallimenti - anche di una confidi - un lungo contenzioso, burocrazia che pareva aver preso il sopravvento. 

Voltiamo decisamente pagina e consegniamo alla città, nella sua pienezza, un parco e una zona del nostro comune che finalmente risponde ai desideri di chi ci ha comprato casa e che per anni si è pentito di quell’investimento. Non è più così e queste persone possono essere consapevoli di vivere in un’area nevralgica del paese. Nei prossimi anni, infatti, sarà oggetto di altri investimenti pubblici, che, oltre a veder completare questo contesto, a partire dalla casetta, prevedono a poca distanza da qui, al di là della rotonda, la realizzazione di un altro spazio verde, il parco dello sport, dedicato al benessere, al tempo libero che siamo sicuri impatterà significativamente sulla vita dei cesanesi.

Continua a leggere...
   Facebook MySpace Digg Twitter

Inserito da Simone Negri in Programma - Lascia un commento prima dei tuoi amici - Stampa veloce crea pdf di questa news

lunedì 11 marzo 2019 - 12:32:55

Unire Cesano: Verso la Città Policentrica



unire_cesano.jpg
Se dovessi riassumere qual è l'architrave in grado di sostenere la gran parte delle idee che ho per il programma amministrativo dei prossimi cinque anni, lo riassumerei così: unire Cesano.

E’ chiaro che la portata trascenda gli aspetti meramente urbanistici (faccio riferimento soprattutto alla comunità e al sociale) ma è evidente che l’assetto del territorio abbia una sua rilevanza. 

Parto da questa evidenza. Abbiamo la fortuna di avere un’identità locale marcata per essere un comune della prima fascia intorno a Milano. Lo dobbiamo alla nostra lunga storia, alla presenza della Sacra Famiglia e, penso, all’esistenza di un centro storico che fornisce un chiaro riferimento geografico e ci rende quell’immagine di paese che Cesano non ha mai perso. Non è valore da poco: ci sono comuni più ricchi del nostro, con i marciapiedi perfetti, aiuole e rotonde da capogiro ma senza una fisionomia così chiara. Sembrano quartieri di lusso di Milano, non realtà autonome.

Nel corso dell’inaugurazione de “I Giardini della Costituzione” ho ricordato che vivevo quest’opera come il completamento del Centro Storico e sottolineando come per me questa fosse una felice intuizione dell’ultima amministrazione Brembilla perché l’introduzione della ZTL ha oggettivamente migliorato la qualità della vita di Cesano e ci ha portato a considerare il nostro centro in un’ottica di pianificazione europea.


Continua a leggere...
   Facebook MySpace Digg Twitter

Inserito da Simone Negri in Programma - Lascia un commento prima dei tuoi amici - Stampa veloce crea pdf di questa news

venerdì 08 marzo 2019 - 15:44:49

Altro Scivolone del Movimento 5 Stelle: Ora Chiedano Scusa!



via_gobetti_asfalto.jpg
Stamane il Palazzo ha tremato. Tema delicatissimo: un appalto. Accuse gravi: violazione. Con richiesta di risposta urgente, benché si tratti di atti del 2016. Nubi dense, cariche di sciagura all’orizzonte.

Non sto scherzando nè drammatizzando, è veramente il clima che si respirava in comune a seguito dell’ultima interrogazione del Movimento 5 Stelle su un subappalto relativo ai lavori di manutenzione stradale. Vi basti la prima domanda (non a caso senza punto interrogativo):

Si chiede al Sindaco per quale motivo si è ritenuto di autorizzare il subappalto in violazione dell’art. 105 comma 4 lett. a) del Dlgs. 50 del 2016.

Una sentenza. Senza appello.

Lo chiedono al sindaco, anche se non è il sindaco a concedere i subappalti, ma tant’è, il Primo Cittadino è tenuto al controllo ed è sempre in qualche modo responsabile.

Incredibilmente, non ho ancora letto il testo dell’interrogazione e già mi chiamano i giornalisti: “Ma come è possibile? Sembrerebbe però che stavolta abbiano ragione”. Cerco di spiegare: “Guarda, non lo so. Fatemi capire, più tardi vi rispondo. E’ una roba del 2016 e questi aspetti non li segue la giunta, sono dei funzionari.”

Continua a leggere...
   Facebook MySpace Digg Twitter

Inserito da Simone Negri in Cesano - Lascia un commento prima dei tuoi amici - Stampa veloce crea pdf di questa news

mercoledì 06 marzo 2019 - 12:38:35

Uno Stimolo per i Negozi di Vicinato



commercio_storico_cesano.jpg
Proprio ieri stavo passeggiando per il Centro Storico e una signora mi ha avvicinato dicendomi: “Ma sai che in questi giorni sto vedendo tanta gente in centro?” Sicuramente, sono complici le belle giornate di fine inverno e dovremo osservare con attenzione i prossimi mesi.

Qualcosa però sta succedendo e mi sento di dire che abbiamo imboccato la strada giusta. Nei primi anni di mandato abbiamo intensificato le iniziative, anche grazie all’attivismo del Rione La Corte e alla rivisitazione del Mercato Agricolo. Gli Apericentro, ad esempio, si sono rivelati una bella occasione di socializzazione e per trascorrere serate spensierate mentre la pista di pattinaggio ha movimentato i mesi più difficili.

Purtroppo, però, nelle fredde giornate infrasettimanali spesso abbiamo assistito al deserto.

Continua a leggere...
   Facebook MySpace Digg Twitter

Inserito da Simone Negri in Cesano - Lascia un commento prima dei tuoi amici - Stampa veloce crea pdf di questa news

martedì 05 marzo 2019 - 10:28:52

Stefania



stefania_carrozzina.jpgL’ultimo sforzo da ciclista prima di raggiungere il comune è la curva parabolica dopo il Cristallo, superata la quale si apre la Piazza San Giovanni Battista. Sono le ultime pedalate prima di planare in ufficio e spesso, volgendo lo sguardo alla seduta circolare di fianco alla Chiesa, si trovano persone conosciute da salutare.
 
Nelle belle giornate di sole primaverile, come nei giorni di festa, nei paraggi incontravo Stefania, quasi sempre con Nadia, che si godeva il tepore e  che socializzava con i passanti. Le piaceva partecipare, spesso era presente al Mercato Agricolo e la ricordo con il suo flauto e in un’occasione - non mi sovviene se fosse uno “SvuotaSolaio” - a vendere i suoi braccialettini “scoubidou” tutti vivacemente colorati.
 
A Cesano tutti conoscevano Stefania e così, per strada, l’ho conosciuta anche io. Siamo diventati amici e farei fatica a dire quando esattamente ho cominciato a parlarci: la classica persona che ti sembra di frequentare da sempre.

Continua a leggere...
   Facebook MySpace Digg Twitter

Inserito da Simone Negri in Cesano - Lascia un commento prima dei tuoi amici - Stampa veloce crea pdf di questa news

venerdì 01 marzo 2019 - 16:49:05

#FridayForFuture: Sposo la Protesta dei Giovani



marcia-per-il-clima.jpg
Noi ragazzi degli anni ‘80 siamo ancora sdraiati sull’idea di un mondo monotono, destinato a progredire tecnologicamente ma sostanzialmente fermo, dove ahimé ci sono i poveri, tanti nel sud del mondo, ma ci basta che per loro siano attivi missionari e cantanti. Abbiamo fatto nostra la convinzione di Francis Fukuyama secondo il quale “la storia sarebbe finita” e in realtà facciamo fatica ad accettare che in verità il nuovo millennio ci ha restituito un pianeta sconvolto, magmatico, dove pure l’innovazione è una potenziale minaccia e non siamo garantiti neanche sulla possibilità che nei prossimi anni il globo terraqueo sarà ancora un luogo ospitale per noi.

Sul tema ambientale e dei cambiamenti climatici sono piuttosto pessimista rispetto alla capacità di far percepire cosa effettivamente rischiamo ad un pubblico ampio: molti negano, altri non hanno le basi culturali per arrivarci. Eppure è la battaglia decisiva di questi anni.

Sono rimasto favorevolmente colpito da una recente inchiesta che dice che 8 giovani italiani su 10 sarebbero pronti a cambiare le proprie abitudini e a lottare contro gli sprechi, segno di un’attenzione e di una consapevolezza che i più grandi non hanno.

Continua a leggere...
   Facebook MySpace Digg Twitter

Inserito da Simone Negri in Programma - Lascia un commento prima dei tuoi amici - Stampa veloce crea pdf di questa news

mercoledì 13 febbraio 2019 - 17:49:24

Trasporti: Arriva la 322 Barrata!


La nuova linea raggiungerà il capolinea della M4


linea322barrata_sito.png
A mia memoria, non ricordo un periodo così caldo sul fronte del Trasporto Pubblico Locale (TPL). Molto si sta parlando di Biglietto Unico - e se ne sta parlando male, ci tornerò - e per quanto ci riguarda abbiamo giustamente messo in evidenza i benefici del prolungamento della M1 fino agli Olmi, grazie al quale avremo 3 fermate a poca distanza dal confine comunale. E c’è dell’altro…

Il dibattito pubblico non sta invece affrontando il debutto dell’Agenzia Metropolitana del TPL (o più correttamente “Agenzia del Trasporto Pubblico Locale del bacino della Città Metropolitana di Milano, Monza e Brianza, Lodi e Pavia”), organismo neocostituito cui è stato dato l’incarico di ripensare, in un’ottica finalmente integrata, la rete del trasporto pubblico nell’area vasta costituita da Milano e dalla Città Metropolitana, da Monza e Brianza, Lodi e Pavia.

Si tratta di un territorio enorme e il passaggio è epocale: prima tutto passava direttamente per il comune di Milano, ora c’è una visione più vasta. Compito di questa realtà è di riprogettare l’intero sistema che è bene dirlo, è il frutto di sedimentazioni, di aggiunte successive, di rapporti con i singoli comuni, di linee che si sovrappongono a percorsi già compiuti da altri e di una netta separazione tra la città e il suo hinterland.

Continua a leggere...
   Facebook MySpace Digg Twitter

Inserito da Simone Negri in Cesano - Lascia un commento prima dei tuoi amici - Stampa veloce crea pdf di questa news

lunedì 11 febbraio 2019 - 00:56:48

I Tavoli del Programma: il Valore della Partecipazione



tavoli_programma.jpg
Scrivere un programma elettorale è uno sforzo di elaborazione ed è assolutamente stimolante. Sto vivendo questa fase come se fosse per me un’esperienza del tutto nuova: 5 anni spingono in fondo tante cose nei solai della memoria e le condizioni sono decisamente cambiate. 

Nel 2014 avevo come l’impressione di essere risucchiato in un turbine non appena uscivo dal lavoro; era il momento in cui cominciava una nuova giornata, fatta di nuovi impegni. La campagna era un’avventura, un gioco. Del resto sono partito da outsider e nessuno mi avrebbe potuto rimproverare di nulla in caso di magro risultato. La politica era una fuga dal lavoro e il lavoro, a sua volta, era una fuga dalla politica. Ricordo con piacere che il giorno di una delle serate più delicate ad aprile, ho trascorso tutto il pomeriggio in serra appresso alle viti, su cui stavamo facendo prove legate alla siccità… in effetti il verde rilassa! Poi c’era l’ora e un quarto di metropolitana per tornare a casa in cui speravo di non trovare nessuno per potermi ripetere, a mente, i principali passaggi del mio discorso che avrei tenuto di lì a poche ore.

Ora non è così. Le responsabilità sono maggiori, di certo non è un gioco. Di giorno mi occupo di ciò che vado a raccontare la sera e lo conosco decisamente meglio, avendo anche alle spalle un trascorso di un intero mandato.

Continua a leggere...
   Facebook MySpace Digg Twitter

Inserito da Simone Negri in Programma - Lascia un commento prima dei tuoi amici - Stampa veloce crea pdf di questa news

martedì 05 febbraio 2019 - 11:56:41

Bilancio di Previsione 2019-2021: un Ponte con il Futuro


Strade e marciapiedi, sicurezza degli edifici scolastici, progetti per l'istruzione e attenzione sociale al centro


bilancio_di_previsione_2019_-_2021_canva.jpg
Siamo di fronte all’ultimo bilancio di previsione del mandato, che ci chiama, se possibile, ad un’ulteriore responsabilità. Con questo bilancio passeremo il testimone a chiunque verrà dopo di noi, con la consapevolezza di lasciare un bilancio sano ed in grado di creare un ponte con il futuro. Ognuno chiaramente è libero di operare le proprie scelte, in funzione delle proprie sensibilità e dei propri orientamenti, ma è importante sottolineare che fin d’ora i servizi sono garantiti; che son cospicui gli investimenti nella manutenzione e per la sicurezza degli edifici; che, nonostante l’avvio della realizzazione della piscina comunale, grazie alla riduzione dell’indebitamento che abbiamo realizzato finora e che vogliamo ulteriormente e attivamente abbattere, nel prossimo mandato sarà garantito un raggio d’azione ampio, almeno comparabile con quello di questi anni.

Questo bilancio segue a ruota la cospicua variazione di novembre in cui, grazie alla concessione degli spazi finanziari che avevamo richiesto alla Regione, erano stati mobilitati già 880.000 euro di avanzo, destinandolo ad investimenti su marciapiedi, bagni scolastici e per la variante dell’illuminazione pubblica (tutti investimenti che stanno partendo in questi giorni). Parallelamente approvando il bilancio a gennaio non abbiamo contezza di quanto ammonterà l’avanzo maturato nel 2018: sapremo solo a seguito dell’approvazione del consuntivo. Nonostante questo quadro ancora frammentario, sono state trovate nuove risorse e, a differenza di quanto avvenuto anche nel recente passato, questo previsionale non è “tecnico” ma copre già adeguatamente tutte le spese previste.

Continua a leggere...
   Facebook MySpace Digg Twitter

Inserito da Simone Negri in Cesano - Lascia un commento prima dei tuoi amici - Stampa veloce crea pdf di questa news

lunedì 21 gennaio 2019 - 10:31:31

Cesano è più Sicura: lo Dicono i Numeri


La videosorveglianza determinante?


telecamere.jpg
Il tema sicurezza è uno dei grandi tormentoni dei nostri tempi. Usato, strumentalizzato, percepito per quanto con una forte base reale. 

Nel nostro caso sappiamo di operare in un contesto non semplice. Per questo io non ho mai parlato di “oasi felice”, espressione che però qualcuno continuamente cerca di mettermi in bocca. Vero è, anche a detta delle forze dell’ordine, che per quanto concerne la microcriminalità, i fatti di strada, i pericoli notturni, Cesano tra i comuni della zona è sicuramente tra i meno problematici.

Non si può parlare di “oasi felice” anche perché, benché poco percepibile dal semplice cittadino, sappiamo che nel nostro territorio sono presenti e operano le mafie, soprattutto con esponenti della ‘ndrangheta calabrese. E’ ormai una presenza storica rispetto alla quale dobbiamo essere consci e prestare massima attenzione (a partire dal livello amministrativo).

Continua a leggere...
   Facebook MySpace Digg Twitter

Inserito da Simone Negri in Cesano - Lascia un commento prima dei tuoi amici - Stampa veloce crea pdf di questa news

Vai a pagina  1 2 3 ...... 28 29 30

www.simonenegri.it © 2013
Comitato elettorale per Simone Negri Sindaco di Cesano Boscone
Amministrative 2014

E.Grava