Dimenticato la password?

giovedì 12 aprile 2018 - 00:49:09

"La mia Wildlife": Marco Urso in Mostra in Villa Marazzi


Il noto fotografo naturalista ospite del Cizanum


urso_cizanum.jpg
Qual è la differenza tra un bravo fotografo e un fuoriclasse? Credo di essere la persona meno indicata per dirlo. Le foto che scatto io sono da vedere… Devo ammettere che però forse posso accennare a una risposta dopo aver assistito alla mostra di Marco Urso in Villa Marazzi e dopo averlo conosciuto.

Probabilmente si è condizionati dal suo curriculum impressionante - più di 150 premi in tre anni tra cui alcuni internazionali di massimo prestigio, come il National Geographic - oppure l’esaltazione comprensibile della Presidente del Cizanum, Elvira, che mi ha confessato: “non hai idea di quanto tempo che sogno di averlo qui!”. Può essere.

Però c’è stato un passaggio, sentendolo parlare, che mi ha colpito. Proprio davanti alle sue foto straordinarie: "io non catturo momenti della vita degli animali. Io fotografo quello che avevo già in testa: devo solo avere pazienza di aspettare il momento opportuno. Si sa che un ghepardo dopo aver mangiato portandosi la preda sull'albero, prima o poi... Dopo qualche ora scenderà per bere. E io lo immagino mentre si riflette nello specchio d'acqua da cui berrà. Sto lì… aspetto proprio di trovarmi poco prima del momento in cui perturberà l'acqua".

Continua a leggere...
   Facebook MySpace Digg Twitter

Inserito da Simone Negri in Cesano - Lascia un commento prima dei tuoi amici - Stampa veloce crea pdf di questa news

martedì 10 aprile 2018 - 22:00:29

“Song and Superar for Syria”: 7 allievi cesanesi a suonare al Teatro Dal Verme



songforsyria.jpg
 
La guerra in Siria dura ormai da 7 anni. Se ne parla, ma ogni nuova notizia di stragi e massacri si va ad aggiungere a decine e decine di notizie similari: se unitamente non passa qualche immagine particolarmente toccante, l’opinione pubblica lascia cadere… è oggettivamente difficile comprendere anche quali sono i moventi e le parti in causa. Sta di fatto che i numeri sono impressionanti e molto ci dicono di questa catastrofe umanitaria: oltre ai circa 500.000 morti, su 23 milioni di siriani ben 12 milioni, quasi la metà, non vivono più nelle proprie abitazioni (6 sono emigrati all’estero e altrettanti sono sfollati interni). Si parla giustamente di diaspora siriana. All’interno del mondo arabo, la Siria pre-conflitto era uno dei paesi con il più alto tasso di alfabetizzazione: da quell’85% erano esclusi solo gli anziani. 

Oggi la guerra ha fatto sì che siano tantissimi i bambini che non hanno la possibilità di andare a scuola. Un giorno - speriamo il prima possibile - questo massacro cesserà e la Siria avrà la necessità di ripartire. Il futuro di questa sfortunata nazione dipenderà da questi bambini e allora è necessario che la comunità internazionale si impegni a garantire loro una vita normale, mettendo l’istruzione e la cultura in cima alle priorità. Di questo si occupa l’ONG Vento di Terra, già nota a Cesano per dei progetti in Palestina, che in Siria si occupa di far accedere a scuola i bambini dei vari ed enormi campi profughi (ne veniva mostrato uno con 85.000 persone!). 

L’opera è straordinaria e meritevole di essere sostenuta se si pensa alle difficoltà di improvvisare una struttura che preveda la presenza di insegnanti delle diverse discipline, oltre alla variabilità della scolarizzazione degli alunni: si passa da bimbi che ancora non sanno leggere e scrivere a ragazzini che hanno dovuto interrompere gli studi per la guerra.

Continua a leggere...
   Facebook MySpace Digg Twitter

Inserito da Simone Negri in Cesano - Lascia un commento prima dei tuoi amici - Stampa veloce crea pdf di questa news

martedì 27 febbraio 2018 - 23:17:16

Pronto Soccorso Casa di Cura - San Carlo: Regione, Basta Far Melina!



casa_di_cura_ambrosiana.jpg
Il comunicato stampa che ho diffuso sul servizio di affiancamento al pronto soccorso che Casa di Cura ha sospeso 

Cesano Boscone, 27 febbraio 2018 - Da più di un mese la convenzione che regola il servizio di appoggio al pronto soccorso del San Carlo da parte di Casa di Cura Ambrosiana è sospesa in attesa della definizione delle partite amministrative ed economiche. Il progetto prevede la presa in carico da parte della realtà cesanese di persone anziane che sono state ricoverate d’urgenza presso il noto ospedale milanese, e la gestione sia della fase acuta sia della cronicità. 

“Ormai sono settimane che i massimi esponenti istituzionali di Regione Lombardia si rimpallano con i rispettivi uffici la questione - esordisce il sindaco Simone Negri - con il rischio che un servizio così prezioso per il territorio venga meno. Non contenti, vengono a raccontare sul territorio le meraviglie che avrebbero realizzato o promesso proprio per Fondazione Sacra Famiglia e Casa di Cura. Ma le persone ultraottantenni in gravi situazioni di salute e le loro famiglie non possono subire il balletto di una campagna elettorale”.

Continua a leggere...
   Facebook MySpace Digg Twitter

Inserito da Simone Negri in Cesano - Lascia un commento prima dei tuoi amici - Stampa veloce crea pdf di questa news

venerdì 23 febbraio 2018 - 18:15:58

Prolungamento M1: l'Ora della Verità



prolungamentom1_valsesia1.jpg
E’ un periodo così. Di colpo mi trovo immerso nei progetti visionari e per qualche motivo mi pare di aver cambiato l’impronta al mandato. O più umilmente di lasciarsi cullare da una bella svolta che ti trascina (non come il freddo siberiano di questi giorni…).

Si chiudeva il 2017 e sapevo - qualcosa ho anche scritto - che nel 2018 molto probabilmente mi sarei ritrovato a ragionare su riqualificazione complessiva dell’illuminazione pubblica, progetto su “aree urbane degradate”, prolungamento M1 e piscina. Il primo è un obiettivo chiaro dell’amministrazione ed era quello certo. I 2.000.000 euro per via Gobetti sono storia di questi giorni; la piscina è ancora una speranza ma stiamo facendo qualche piccolo passo avanti e il prolungamento della M1 non dipende da noi (o forse dipende in piccolissima parte da noi).

Sta di fatto che sull’onda dell’entusiasmo si passa da un tema all’altro e sembrano tutti più vicini di qualche mese fa.

Ci sono buone notizie pure sul prolungamento della M1. Chiariamoci: non verrò mai a raccontarvi che “domani si sale sul treno” nel caso in cui domani non si salisse sul treno. Ed è per questo che ho sempre parlato del prolungamento, dell’interessamento non scontato che vi abbiamo riservato, dell’attenzione - anche qui tutt’altro che scontata - che Milano e MM ci stanno attribuendo, stando sempre con i piedi ben piantati a terra. Progettualità vera, realizzazione posta come priorità da Milano al governo ma non ancora programmata.
prolungamentom1_valsesia3.jpg

Continua a leggere...
   Facebook MySpace Digg Twitter

Inserito da Simone Negri in Programma - Lascia un commento prima dei tuoi amici - Stampa veloce crea pdf di questa news

martedì 20 febbraio 2018 - 19:33:37

Area di via Gobetti: Ottenuto Finanziamento da 2 milioni di euro!



aree-urbane-degradate-invito.png
La comunicazione che ho letto in consiglio nella serata di martedì 20 febbraio 2018

La Presidenza del Consiglio dei Ministri, proprio nella mattinata odierna, mi ha convocato per la firma - che avverrà lunedì 26 febbraio a Bologna - della Convenzione relativa al “Piano Nazionale per la Riqualificazione Sociale e Culturale delle Aree Urbane Degradate” lanciato dal Governo Renzi nel 2015.

Ho appreso dunque da questo invito che è andato a buon fine il finanziamento del nostro progetto relativo al comparto scolastico di via Gobetti, che, oltre alla rivisitazione del plesso, prevede la realizzazione di una nuova piazza per il quartiere Tessera in cui saranno presenti anche alcune significative funzioni sociali.

Il comune di Cesano aveva partecipato a questo bando nazionale avanzando la richiesta di un contributo a fondo perduto pari al massimale consentito, che corrisponde alla notevole cifra di 2 milioni di euro.  


Continua a leggere...
   Facebook MySpace Digg Twitter

Inserito da Simone Negri in Cesano - Lascia un commento prima dei tuoi amici - Stampa veloce crea pdf di questa news

giovedì 15 febbraio 2018 - 10:47:08

ASST via Marzabotto: "per il momento"



vigevanese_mappa.png
Nel weekend è stato diramato un comunicato stampa, o meglio una rettifica, da parte dell’ASST Rhodense che ha comunicato attraverso le righe del quotidiano Il Giorno che il paventato trasferimento dei servizi presenti in via Marzabotto non avrà luogo.

Viene confermato che si trattava di “un’ipotesi sulla quale si stava ragionando” e che sarebbe stata “più volte verificata, anche in questi giorni” ma che è tramontata perché “non vi sono, al momento, condizioni adeguate per la riorganizzazione e conseguente riallocazione dei servizi”.

Diciamo subito: bene così.

Colpisce un po’ quell’inciso, quel “al momento” tra le due virgole, ma vogliamo tranquillizzare e diciamo che possiamo ritenerci soddisfatti che in una zona così densamente abitata e dove sono presenti in gran numero utenti di quei servizi rimanga un presidio importante come quello fornito dall’ASST.

Restano a mio avviso due questioni sul tappeto.

Continua a leggere...
   Facebook MySpace Digg Twitter

Inserito da Simone Negri in Programma - Lascia un commento prima dei tuoi amici - Stampa veloce crea pdf di questa news

mercoledì 07 febbraio 2018 - 19:46:10

Ci sarà un futuro per l'ASST in via Marzabotto?



marzabotto.jpg
Da qualche tempo si rincorrono voci circa una possibile chiusura dell’ASST di via Marzabotto. In effetti, a ripensarci, nel corso dei mesi ho incontrato diverse persone che mi hanno riferito di essersi dovuti spostare a Corsico in via dei Lavoratori per alcuni servizi che prima erano erogati nell’attuale sede. Ai primi che mi han chiesto: “Ma è vero che viene chiusa l’ASL?”, ho risposto un po’ meravigliato pensando che si trattasse di una fake news. Ingenuo io, ma essendo uno dei sindaci della zona ed essendo Cesano comune capofila del Piano di Zona ho dato per scontato che ci sarebbe stato un preventivo confronto con le amministrazioni del territorio. Evidentemente mi sbagliavo.

Mi sbagliavo perché in effetti a seguito della riforma sanitaria della giunta Maroni nel corso dell’ultimo anno e mezzo qualcosa è successo: alcuni servizi si sono mossi in direzione Corsico in via dei Lavoratori, anche spostandosi da altre realtà del distretto, quali Buccinasco e Trezzano sul Naviglio. Piano piano, uno per uno, goccia a goccia, petalo per petalo.

E’ stato il destino delle vaccinazioni. Ma lì, mi viene detto, è un problema legato alla sicurezza degli spazi. Probabilmente l’edificio di via dei Lavoratori è più sicuro. Nulla da obiettare, ma intanto un altro pezzo è stato traslato a Corsico. Peraltro, in tema di vaccinazioni antinfluenzali, quest’anno qualcosa non ha funzionato. Diverso era l’approccio di ASL (ora ATS, sorry!): i comuni venivano interpellati, potevano mettere a disposizione spazi… attraverso il consiglio di rappresentanza dei sindaci, organismo di cui ho fatto parte per la nostra zona, potevamo essere coinvolti nel perseguire quelli che sono gli obiettivi strategici: non sottovaluto infatti quali possano essere le conseguenze di un’influenza su una persona anziana. Quest’anno non è avvenuto nulla di tutto ciò. Pare ci siano stati addirittura problemi di approvvigionamento del farmaco. E infatti - a quanto ne so io - sono molte meno le persone che sono riuscite ad immunizzarsi.

Continua a leggere...
   Facebook MySpace Digg Twitter

Inserito da Simone Negri in Cesano - Lascia un commento prima dei tuoi amici - Stampa veloce crea pdf di questa news

martedì 16 gennaio 2018 - 10:50:47

L'Anno Prossimo Qui...



arianna_pistapattinaggio.jpg
Tra i più grandi traumi dei bimbi - di quelli fortunati, almeno - c’è il pensiero della scuola che si riavvicina e lo svestimento dell’albero di Natale, dopo l’Epifania. Per un attimo ho rivissuto le stesse emozioni, pur con una settimana di ritardo, nel veder smontare la casetta di Natale, prima, e la pista di pattinaggio dopo. Ci hanno accompagnato nel corso di tutto il periodo natalizio, regalando emozioni ai bimbi e un po’ di brio al nostro centro storico.

Abbiamo chiuso domenica, sfruttando l’occorrenza del mercato agricolo, con una grande festa di piazza in presenza del gruppo degli Alpini di Corsico che hanno preparato vin brulée e polenta taragna.

Come capita spessa nel corso di queste manifestazioni si formano gruppi curiosamente assortiti in cui si mischiano volontari del Rione La Corte, le associazioni coinvolte, cittadini che si intrattengono con chiacchierate sulla vecchia Cesano - domenica l’argomento top era la nostra grande leva ciclistica - la Protezione Civile, e alcuni commercianti del mercatino. Ovviamente immancabile la collezione di grappe di Giovanni Moro, con tutte le possibili gradazioni di colore e alcol.

Continua a leggere...
   Facebook MySpace Digg Twitter

Inserito da Simone Negri in Cesano - Lascia un commento prima dei tuoi amici - Stampa veloce crea pdf di questa news

giovedì 21 dicembre 2017 - 12:23:25

Approvato il Bilancio di Previsione 2018: mai così presto...



Pubblico l'intervento dell'assessore alle politiche economiche e finanziarie, Giuseppe Ursino, tenuto in occasione della discussione del bilancio di previsione 2018 nel consiglio comunale del 20 dicembre 2018
 
ursino_consiglio_paint.jpgBuonasera ai consiglieri, al pubblico presente e i nostri direttori.

Presentiamo al consiglio per la sua approvazione il bilancio di previsione 2018/2020 con largo anticipo rispetto alla scadenza prevista per il 28 febbraio 2018 ma che ci consente di evitare l’esercizio provvisiorio e avviare da subito la programmazione dei servizi e delle opere.

Un bilancio che si nutre delle azioni che in questi anni l’amministrazione ha messo in campo per dare stabilita’ alle risorse e dare copertura agli impegni di spesa.

In questa direzione ci aiuta anche la stabilita’ dei trasferimenti statali, che se saranno confermati i dati di recente pubblicazione, si assesteranno in circa 3,5 milioni con un lieve decremento rispetto al 2017.

Rispetto alle entrate si conferma la riduzione dell’imposta principale IMU gia’ avviata nel 2016 nonche’ la riduzione della TARI del 2% che sommata al 17% del 2017 porta ad una riduzione complessiva di circa il 20% e ciò da quando e’ stato avviato il servizio con il nuovo gestore.

Continua a leggere...
   Facebook MySpace Digg Twitter

Inserito da Simone Negri in Cesano - Lascia un commento prima dei tuoi amici - Stampa veloce crea pdf di questa news

martedì 19 dicembre 2017 - 18:57:44

Movimento Sportivo in Crescita



palazzetto_idrostar.jpg
L’avvicinarsi delle festività natalizie fa sì che nell’arco di pochi giorni si incontrino per le manifestazioni di fine anno e i consueti scambi di auguri tutte le principali realtà del territorio. Tra queste, per rilevanza e numeri, spiccano quelle sportive. Di fronte a una fetta di panettone, un bicchiere di spumante e perché-no una cena in un clima avvolgente pieno di bambini, si fa il punto dell’anno trascorso e dei traguardi raggiunti con un occhio alle progettualità in corso e future.

Mi ha fatto molto piacere toccare con mano che il movimento sportivo cesanese goda di un momento di ottima salute. Quasi tutte le associazioni vedono aumentare il numero di iscritti, soprattutto bambini, e comincia ad essere conseguito anche qualche risultato di spicco (ma questo, sinceramente, ci interessa meno). Dopo gli anni bui del crollo del settore calcio dilettantistico, in passato l’attività di gran lunga preponderante nei vari comuni, possiamo dire di assistere a una notevole ripresa, almeno per quanto riguarda Cesano, legata a una maggiore pluralità dell’offerta. Nel nostro caso è indicativo registrare che tra le prime 5 società per numero di iscritti, ben 3 sono nate in questi anni (con l’asterisco della POCB che è nata dalla fusione di polisportive esistenti) e che solo una fra queste ha nel calcio, forse, l’attività principale. Un’altra tendenza che reputo positiva è che il numero di donne, dalle bambine alle signore della ginnastica per anziani, è in continuo aumento e forse addirittura preponderante.

Mi piace poi essere colpito dal favoloso colpo d’occhio di vedere, uno accanto all’altro o nella stessa squadra, tanti bimbi di nazionalità diverse, segno che le diverse pratiche sono accessibili e alla portata anche dei cittadini stranieri. Crediamo molto nello sport come uno dei principali momenti di integrazione, secondo solo alla scuola: giocando ed allenandosi insieme si creano rapporti saldi, collaborazione, generando senso di sacrificio e riconoscimento dell’altro, amicizia, non solo tra i piccoli atleti, ma pure coinvolgendo le famiglie.

Continua a leggere...
   Facebook MySpace Digg Twitter

Inserito da Simone Negri in Cesano - Lascia un commento prima dei tuoi amici - Stampa veloce crea pdf di questa news

Vai a pagina  1 2 3 ...... 24 25 26

www.simonenegri.it © 2013
Comitato elettorale per Simone Negri Sindaco di Cesano Boscone
Amministrative 2014

E.Grava