Dimenticato la password?

venerdì 02 dicembre 2016 - 19:21:14

Raccolta differenziata: obiettivo 60%, informazione 100%, inciviltà 0%



rifiutiricicli-669x336.jpg
Stavo rientrando a casa in tarda serata. Sarà stata mezzanotte. Ho visto che nei bidoni della carta esposti fuori da un palazzo della mia via. Pieni… sbucava di tutto, soprattutto bottiglie di plastica. Fuorché la carta.
 
Rispetto alla raccolta differenziata esistono due grossi filoni su cui operare. Da un lato, e al primo posto, metto la conoscenza di come effettuarla, dei grandi benefici, sia ambientali che economici che una corretta gestione dei rifiuti comporta. A tanti magari, io per primo, mancano quelle piccole preziose nozioni che potrebbero aiutare a migliorare la qualità dei rifiuti che conferiamo ai consorzi.
 
Dall’altro c’è una buona fetta della popolazione che se ne frega e che non intende spendere neanche un minuto della sua giornata per separare la spazzatura. Quelli per cui deve fare tutto il comune perché non spetta a loro. Quelli per cui fregarsene di tutto e degli altri è comunque una forma di libertà. Dico fin da subito che non voglio assolutamente privarli di questo vezzo. Tra pochi giorni però la loro facoltà di gettare tutto a caso diventerà un lusso: verranno infatti vessati da ripetute sanzioni e perseguiti. La comunità, in questo modo, almeno economicamente non risentirà delle loro cattive abitudini. La loro pessima gestione del rifiuto non è influenzata dal livello di conoscenza (forse di intelligenza sì, ma questo è un altro discorso) ma solo da quanto li si tocca nel portafogli.
 
Vuoi continuare a mettere la plastica nella carta? O continui a sbattere tutto nell’indifferenziato perchè non ti vuoi spremere le meningi? Non c’è problema. Paghi.

Continua a leggere...
   Facebook MySpace Digg Twitter

Inserito da Simone Negri in Cesano - Lascia un commento prima dei tuoi amici - Stampa veloce crea pdf di questa news

mercoledì 30 novembre 2016 - 17:12:58

Nidi: Aumenta il Numero dei Bambini Iscritti



grafico_bimbi_nido.png
Si è chiuso da poche ore l’ennesimo consiglio comunale dedicato alla scelta di affidare in concessione i nidi. Una decisione difficile, come già detto in passato, ma che ci ha permesso non solo di dare continuità al servizio ma, possiamo dire oggi, di rilanciarlo per gli anni a venire.
 
Non che non se ne dovesse parlare - anzi -, ma purtroppo la discussione si è da mesi incistata sulla questione delle lavoratrici e mai si è potuto discutere nel merito di come cambieranno i nidi cesanesi e cosa di nuovo hanno da proporre. Non sono mancati ieri sera i consueti eccessi cui parte della minoranza ci ha ormai abituati. A tal proposito resto convinto che la politica debba elaborare progetti alla luce della complessità del reale, discuterne e mai perdere il rispetto per l’altrui punto di vista. Quando invece scendono in campo slogan, strumentalizzazioni e si pensa alle Istituzioni come a una piazza in cui fare gli strilloni, beh… concedetemi un po’ di delusione.

Come in altre vicende, è stato reiterata la strategia del “Al Lupo, al Lupo!” e se possiamo tranquillizzare tutti sul fatto che alla fine comunque il lupo non si presenterà, non possiamo esimerci dal dire che diverse false notizie sono state diffuse ad arte e che queste sono state usate nei mesi scorsi nel tentativo di paralizzare l’attività del consiglio comunale.

E così, ieri sera, dopo aver dimostrato nei mesi scorsi - leggi e conti alla mano - che le educatrici non sarebbero state licenziate, che non sarebbero state trasferite dai nostri nidi, che avremmo integrato lo stipendio base fino a coprire il differenziale, che la scelta della cassa previdenziale sarebbe stata opzionale etc; ieri sera ancora le opposizioni hanno voluto mettere sotto la lente di ingrandimento tutte le questioni, sostanzialmente sindacali, che riguardano il personale trasferito.

Continua a leggere...
   Facebook MySpace Digg Twitter

Inserito da Simone Negri in Cesano - Lascia un commento prima dei tuoi amici - Stampa veloce crea pdf di questa news

mercoledì 30 novembre 2016 - 15:24:45

Bella Cesano (2): il pranzo pro zone terremotate



 pranzo_terremotati_gente_rit.jpg
Tra gli eventi che mi hanno inculcato un po’ di speranza nel corso dell’ultimo weekend, voglio parlarvi del pranzo solidale organizzato dall’amministrazione in collaborazione con la nostra magnifica Protezione Civile e le associazioni Spighe d’Oro e Auser presso il Centro Anziani in Quartier Tessera.
 
Si è trattato di un gran bel momento di solidarietà e compagnia in cui abbiamo avuto la possibilità di raccontare ai presenti la nostra esperienza nel viaggio di settimana scorsa a Montecavallo, paesino del Maceratese presente nella “zona rossa” del sisma.
 
Con una grande attivazione da parte di tutti, nei giorni precedenti sono stati venduti ben 197 biglietti.

Continua a leggere...
   Facebook MySpace Digg Twitter

Inserito da Simone Negri in Cesano - Lascia un commento prima dei tuoi amici - Stampa veloce crea pdf di questa news

lunedì 28 novembre 2016 - 18:51:11

Bella Cesano (1): la Giornata della Riconoscenza



giornata_riconoscenza_2016_1.jpg
Ci sarebbe da scrivere per giorni sulle buone nuove di questo weekend. Il clima generale è quello che eminenti sociologi fotografano ormai da mesi, ossia di allontanamento dei cittadini dalla cosa pubblica, la frammentazione del senso comunitario a favore di tanti piccoli egoismi, anche territoriali, estremamente locali, di quartiere. Buon ultimo si sta sviluppando il tema della post truth, in italiano la post-verità, secondo il quale non contano i fatti, ma sempre più la loro percezione, per come viene alimentata dai social. Ne parlerò nuovamente.

Con questo sfondo, qualsiasi notizia che interrompe questa narrazione è una boccata d’aria d’alta quota. E come avrò modo di spiegare, negli ultimi due giorni, Cesano mi ha fatto ben sperare.

Nel pomeriggio di domenica ho partecipato alla “Giornata della Riconoscenza”, incontro in cui AIDO, megli ultimi anni con ADMO, cercano di sensibilizzare un pubblico vasto circa l’opportunità di donare gli organi.

Continua a leggere...
   Facebook MySpace Digg Twitter

Inserito da Simone Negri in Cesano - Lascia un commento prima dei tuoi amici - Stampa veloce crea pdf di questa news

sabato 26 novembre 2016 - 15:10:59

Caro Argo...


La lettera che ho inviato a L'Incontro in risposta a un articolo sul completamento del Centro Storico


progetto_riqualificazione_centrostorico.jpg
Caro Argo,

nell’ultimo numero de L’Incontro mi hai indirizzato una lunga lettera e credo sia giusto che io ti risponda.Il tuo scritto si riferiva in buona parte alle perplessità legate al progetto di riqualificazione dell’area compresa tra la piazza San Giovanni Battista e lo storico ingresso dell’Istituto Sacra Famiglia.

Ricordo che l’anno scorso in questo periodo, alle quotidiane e giustificate proteste dei residenti, si sommava una serie incalcolabile di lamentele circa lo stato del parcheggio: “è mai possibile - si sosteneva infatti dal maggio 2014 - che il comune debba far pagare per permettere il posteggio nelle sabbie mobili?” O ancora: “cosa aspetta il sindaco - perché poi è sempre il sindaco il riferimento degli strali -  ad asfaltare quell’acquitrino?”. Oggi, dopo aver lanciato l’opera, secondo alcuni quei disagi non si sarebbero mai verificati.

Quando lo ho ricordato in consiglio, mi è stato detto che sarebbero bastate lavorazioni meno costose e una sistemazione di massima. Ci sono forze politiche che addirittura criticano il progetto parlando di mausoleo.

Su questo è necessario intendersi. Facciamo un passo indietro. Durante la trattazione del PGT nel corso del secondo mandato del sindaco D’Avanzo fui tra coloro che osteggiarono la previsione di una struttura polifunzionale del valore di 2.500.000 euro (solo per lei, eh!) proprio all’interno di quel perimetro. La vicenda comunque si risolse recependo nel documento di pianificazione la cancellazione di tale edificio e la realizzazione di un parcheggio e di un parco fruibile dalla cittadinanza, con spazio dedicato ai giochi per bambini.

Quindi, a scanso di equivoci, non verrà realizzato nessun mausoleo. La spesa per la realizzazione del progetto approvato nel bilancio di previsione è di circa 900.000 euro (cui vanno sottratti gli oltre 100.000 euro di economia emersi in fase di gara). Cosa c’è di tanto eclatante? Nulla… un’ampia ed ordinata area di sosta con a fianco un giardino ricco di alberi e fiori attraversata da alcuni percorsi e da una bisettrice che collega le due piazze. Oltre ai giochi per i bambini e all’area cani.

Continua a leggere...
   Facebook MySpace Digg Twitter

Inserito da Simone Negri in Cesano - Lascia un commento prima dei tuoi amici - Stampa veloce crea pdf di questa news

martedì 22 novembre 2016 - 11:46:01

Montecavallo, Visso, Ussita


Racconto del viaggio nelle zone terremotate


montecavallo_delegazione.jpg
Gli effetti di un terremoto superano il crollo di una casa o i calcinacci che stacca da un muro, ma sono la scossa di terrore che produce nelle persone, la traccia di estrema incertezza che lascia nel futuro e il distacco che crea tra gli abitanti e i luoghi dove hanno vissuto una vita, che sembra essere stata cancellata e dispersa nel pastone delle macerie. 

Nei comuni della provincia di Macerata che abbiamo visitato in questi giorni queste conseguenze devono tener conto che il quadro è aggravato dall’evidenza che si sta parlando di piccoli borghi di montagna.Siamo partiti sabato all’alba verso Monte Cavallo, piccolo paesino di circa 150 abitanti - “d’inverno” ci dicono di precisare sempre - che dall’alto dei suoi 650 metri slm si trova alla confluenza di due valli. Tramite i vigili del fuoco, da un paio di settimane siamo in contatto con il sindaco, Pietro Cecoli, che a fronte della nostra disponibilità a dare una mano, ci aveva richiesto prodotti per la pulizia e per l’igiene personale, stufette e lavatrici. 

Grazie alla grande generosità dei cesanesi (e non solo) la nostra delegazione si è potuta presentare con un camioncino pieno di questi generi e con dei buoni da spendere in una nota catena di elettrodomestici, derivanti da una raccolta fondi dei nostri dipendenti comunali.

Ci tengo a riportarvi l’accoglienza calorosa che abbiamo ricevuto e che è andata decisamente oltre il senso di gratitudine, pur forte e sentito, rispetto al carico della nostra raccolta. Probabilmente stiamo parlando di un tratto distintivo di queste genti, sta di fatto che si percepiva la voglia di nuove conoscenze, di raccontarsi, di una parola buona. E pure di un po’ di spirito: prima della partenza temevo molto l’impatto emotivo. Non nascondo che, al di là di certe immagini e di alcune toccanti conversazioni, ci sono stati anche momenti di allegra compagnia.


Continua a leggere...
   Facebook MySpace Digg Twitter

Inserito da Simone Negri in Cesano - 1 Commento - Stampa veloce crea pdf di questa news

lunedì 14 novembre 2016 - 10:54:32

L'impegno di Cesano per le Zone Terremotate



terremoto-amatrice-topolino.jpg
In occasione dell’annuale incontro con i sindaci italiani presso Montecitorio, cui ho partecipato, ho potuto ascoltare la voce di diversi primi cittadini del centro Italia colpiti dal terremoto.

Intanto, si tratta veramente di tanti comuni, ognuno con storie diverse, ognuno con un livello di danno che va dalla crepa all’inferno e alla devastazione. Un mosaico di tante piccole realtà. Tanti piccoli borghi che oggi vivono gli incubi del quotidiano e sperano di essere tra quelli che verranno ricostruiti.

A rappresentarli c’erano i loro sindaci.
 
Alcuni di loro hanno preso la parola. Ho apprezzato in particolare quanto detto dal sindaco di Norcia, Nicola Alemanno. Dapprima ha lodato il lavoro di tutte le Istituzioni coinvolte, sottolineando che il commissario per la ricostruzione, Vasco Errani e il Capo Dipartimento della Protezione Civile, Fabrizio Curcio siano “le persone giuste”. Successivamente ha lanciato un appello facendo riflettere i colleghi presenti su quanto non sia realistico realizzare interventi immediate con le normali procedure. “Siccome è un problema di legalità - ha aggiunto Alemanno - cominciate ad indagarmi subito e fatelo tra 15 e 20 anni. Però fateci fare! Le risposte non possono attendere. E’ un problema di regole, non di uomini.”

Tra gli altri, è intervenuto anche il Primo Cittadino di Ussita, Marco Rinaldi, che ha trasmesso come le popolazioni hanno vissuto questi giorni: “A fine agosto abbiamo subito un sisma… poi questo ultimo è stato un cataclisma! Nella disgrazia voglio dire che l’emergenza è gestita da un’eccellenza che fa onore all’Italia”.


Continua a leggere...
   Facebook MySpace Digg Twitter

Inserito da Simone Negri in Cesano - Lascia un commento prima dei tuoi amici - Stampa veloce crea pdf di questa news

domenica 06 novembre 2016 - 00:27:18

Discorso 4 novembre 2016



4_novembre_2016.jpg
Cari Concittadini,

Rivolgo a Voi tutti un caloroso saluto. Un abbraccio affettuoso ai membri dell’associazione “Combattenti e Reduci” di Cesano Boscone che anche quest’anno hanno collaborato con l’amministrazione nell’organizzare questa importante giornata.

Voglio che sappiate, fuori da ogni retorica, che a me preme celebrare questi momenti.

C’è chi crede che queste ricorrenze richiamino fatti e contesti lontani nel tempo, di cui si è persa la memoria, e rispetto a cui i cittadini non sarebbero più sensibili. Costoro non ne hanno evidentemente a cuore i valori, da ravvivare e aggiornare continuamente, e il senso istituzionale.

Stiamo prendendo una brutta china.

Tutto ciò che è statale, ad ogni livello, viene inteso da un lato come un inefficiente erogatore di servizi, dall’altro come un rigido esattore di tributi, un vessatore. Si sta perdendo il senso pieno della cittadinanza per lasciar posto a un deserto di intransigenti consumatori. Voglio condividere con Voi un episodio di qualche giorno fa. Di fronte allo sforzo e alla richiesta di collaborazione da parte dell’amministrazione sulla raccolta dei rifiuti, un giovane commerciante ha chiesto perché toccherebbe a lui differenziare ed ha invitato il comune ad assumere persone che possano girare per il territorio a separare la spazzatura di tutti. Un caso estremo e locale, certo. Ma emblematico e significativo di una tendenza.

In questo fossato che si è creato tra cittadini e istituzioni, si percepisce quanto si stia perdendo il senso di responsabilità e di appartenenza. E quanto i corpi dello Stato siano sentiti come lontani e obsoleti, quasi dei vuoti involucri rispetto a cui si conduce una vita parallela e senza relazione.


Continua a leggere...
   Facebook MySpace Digg Twitter

Inserito da Simone Negri in Cesano - Lascia un commento prima dei tuoi amici - Stampa veloce crea pdf di questa news

sabato 05 novembre 2016 - 14:50:53

Furti in Aumento a Cesano (?)



furto-.jpg
Come credo tutti voi, sto leggendo su facebook notizie quasi quotidianamente rispetto a furti negli appartamenti. 

Si tratta di eventi odiosi e di violazione non solo del domicilio ma in un certo senso della propria intimità casalinga e familiare.

Dobbiamo tenere monitorato continuamente il fenomeno e pertanto, come di consueto, ci siamo rivolti ai Carabinieri che hanno completa conoscenza delle statistiche relative.

Dai dati emerge che nel periodo da settembre a novembre hanno avuto luogo 25 furti - un numero cospicuo - e proprio la fase prenatalizia, dai trend storici, è quella più gettonata.

Rispetto al dato complessivo però non c’è nel 2016 nessuna escalation.

Continua a leggere...
   Facebook MySpace Digg Twitter

Inserito da Simone Negri in Cesano - Lascia un commento prima dei tuoi amici - Stampa veloce crea pdf di questa news

venerdì 14 ottobre 2016 - 12:59:22

Dichiarazione sulla Piscina nel consiglio comunale del 13 ottobre 2016



piscina-cristallina.jpg
Ritengo opportuno informare questa assemblea relativamente agli sviluppi della vicenda che riguarda la piscina comunale. 
 
Le tappe precedenti sono note. 
 
A settembre 2014, a soli due mesi dall'insediamento, ricevemmo il decreto ingiuntivo che ha di fatto dettato l'agenda e che, come sapete, ci ha visti transare con la banca per una cifra di 1.650.000 euro, di gran lungo inferiore a quella contestataci. Successivamente, abbiamo approfondito il caso attraverso un parere di un amministrativista e soprattutto una perizia che ha fotografato lo stato del manufatto e tutte le sue molteplici mancanze (in questo mantenendo fede a quanto rappresentato in campagna elettorale e nel piano di mandato). 
 
Volendo approfondire il panorama di riferimento rispetto a una nicchia cosí peculiare dell'impiantistica sportiva, nella scorsa estate abbiamo deciso di sondare il mercato attraverso una manifestazione di interesse. In tale avviso l'amministrazione si é detta pronta a ricevere attestazioni da parte di privati volte alla successiva presentazione di proposte operative per il recupero, il completamento e la gestione della struttura sita in via Cascina Nuova, attraverso il ricorso a forme di partenariato pubblico-privato.

Continua a leggere...
   Facebook MySpace Digg Twitter

Inserito da Simone Negri in Cesano - Lascia un commento prima dei tuoi amici - Stampa veloce crea pdf di questa news

Vai a pagina  1 2 3 ...... 20 21 22

www.simonenegri.it © 2013
Comitato elettorale per Simone Negri Sindaco di Cesano Boscone
Amministrative 2014

E.Grava